Cosa visitare in Salento durante l’inverno?

State pensando ad un break dalla città per dedicarvi una vacanza? Immaginate un luogo che sia ideale per le vostre ferie invernali e ne passate in rassegna diversi, da quelle di montagna ai piccoli borghi nascosti tra le pianure e vallate delle regioni italiane, che offrono bellezza e attrattive di ogni tipo.

In Italia non mancano le occasioni di visite in bellissime città d’arte, percorsi alla scoperta di territori patrimonio culturale prezioso, tour gastronomici o naturali.

cosa visitare in salentoIl mare, poi, in Italia offre occasioni di villeggiatura inestimabili, che non hanno proprio nulla da invidiare a località estere. Le spiagge infinite, il mare cristallino, i paesini arroccati che si affacciano sulle baie dei golfi delle cittadine marittime… Ops… ma parlavamo di vacanze invernali e siamo finiti a nominare il mare?! Piccolo lapsus freudiano?

Beh, di solito il mare fa parte dei sogni atemporali di chi in estate, il momento ideale per prendersi delle ferie, se ne va dritto dritto in qualche località turistica di mare.

Ma perché non rompere con le scelte monotone e dettate dalle convenzioni e scegliere anche in inverno una bellissima meta di mare?! Se non vi attirano la montagna, le città ricoperte di neve, i percorsi sciistici etc… valutate una regione che anche in estate potrà stupirvi… e farvi cambiare idea: la Puglia. In particolare, un’area della Puglia, quella del Salento che regala emozioni anche in inverno.

Ci sono tanti ottimi motivi per visitare il Salento anche nei mesi più freddi e scoprire tante qualità che appartengono a questa terra e che vanno oltre la bellezza dell’estate.

Perché scegliere il Salento? Se ancora non siete convinti, ecco qualche ottima ragione… In primo luogo, il suo clima.

Il Salento è influenzato da un clima mediterraneo, tipico delle regioni che si affacciano sul omonimo Mare.

La stagione autunnale, quando ancora le temperature ci stupiscono per la loro mitezza, è ideale per godere di una vacanza in Salento e godersela guardandola da altre angolazioni: con escursioni in campagna visitando vigneti, frutteti, gli alberi di ulivo, le terre coltivate, e poi ancora le pajare, le caseddhe, i frantoi ipogei…

E come resistere al fascino dei parchi naturali come Porto Selvaggio, il Parco Regionale di Rauccio, Le Cesine etc…

Questa terra è ricca di sfumature dei tipici colori autunnali che stupiscono in quei mesi dell’anno.

cosa visitare in salentoL’inverno, come l’autunno, è mite e offre molte opportunità per trascorrere una vacanza nel Salento.

Le piogge sono sicuramente più frequenti rispetto ad altri mesi, ma le giornate fredde non sono così frequenti e non scendono mai sotto certe soglie.

Se si visita il Salento durante i mesi invernali, proprio grazie al suo clima mite, se ne può godere a fondo l’arte e quelle visite che in estate si evitare per le temperature troppo alte, e perché si preferisce andare al mare.

Durante l’inverno è bello dedicarsi alla visita dei paesi dell’entroterra salentino tra antichi borghi e città d’arte, come Ugento, Specchia, Casarano, Nardò, Alezio… piccolissimi comuni con la propria storia scritta su monumenti e vicoli.

Il Salento è ricco di patrimonio culturale tradizionale. Un esempio, giusto per darvi uno spunto, è la Grecìa Salentina, un’isola ellenofona di nove comuni, dove gli anziani parlano ancora la lingua derivante dal greco arcaico, il griko. La zona offre moltissimi spunti affascinanti da un punto di vista culturale e storico-artistico.

Un altro paesino di mare, Otranto, dal fascino indiscutibile offre un centro storico molto suggestivo e vicoli e stradine a stupire il turista che non sa dove volgere lo sguardo, talmente bello e vario lo scenario…

Lecce è un’altra bellissima cittadina dalla temperatura accogliente, che merita di essere esplorata a fondo con i suoi edifici barocchi a scortare la passeggiata fino alla Piazza Sant’Oronzo. E poi l’ottimo “pasticciotto” leccese, come non dedicare una degustazione di questo goloso tesoro culinario.

E per chi ama i percorsi artistici, le Chiese di Lecce sono un itinerario degno di nota! Come anche i tanti musei da visitare, come il museo Sigismondo Castromediano, la Pinacoteca d’Arte Francescana, tanto per citarne qualcuno…

E come non apprezzare il mare nel Salento d’inverno…! Anche nei mesi invernali le immagini regalano emozioni intense, e chi ama la fotografia ed immortalare tramonti memorabili, qui rimarrà semplicemente di stucco, ammaliato dai giochi di luci e ombre, riflessi e colori, movimento del vento che si tuffa nel mare e lì gioca con le onde d’inverno… cosa c’è di più bello in natura? Il mare ha un volto diverso rispetto a quello dei mesi estivi, quando le spiagge sono affollate e rumorose. Il mare d’inverno offre pace e quiete, romanticismo e innumerevoli suggestioni.

Un altro punto forte di una vacanza in Salento nei mesi invernali è la tradizione folkloristica, che vede il Salento il centro di usanze e costumi locali che rivivono attraverso le tante manifestazioni che si susseguono periodicamente anche durante l’inverno. Sagre e feste popolari interpretano appieno il carattere sociale, culturale e religioso della popolazione.

cosa visitare in salentoLa taranta, fusion di musica e danza, attira turisti durante tutto l’anno e non solo in estate.

E ancora sagre caratteristiche come quella della pittula o la festa di Santa Lucia vengono organizzate durante il mese di dicembre e hanno molto successo.

E come non apprezzare il periodo natalizio tra presepi allestiti in un’atmosfera magica come quella che si crea a qualche metro dal mare?! Una delle manifestazioni salentine invernali è la focara di Novoli, il tipico falò fatto di tralci di vite appena potati, e la focara più importante si svolge il 17 gennaio in onore di Sant’Antonio Abate.

Un altro momento particolare e suggestivo che si festeggia nella penisola salentina è quello del Carnevale. E fra i carnevali più tipici, c’è quello ‘Gallipolino’ con carri allegorici e  maschere di cartapesta, come vuole la tradizione.

E se cercaste altri ottimi motivi per recarvi in Puglia nei mesi invernali, ve ne diamo un altro, quello gastronomico! La cucina salentina è umile ma molto saporita, infatti vanta di piatti a base di ingredienti semplici, ma nutrienti allo stesso tempo.

Durante i mesi invernali si possono apprezzare le famose pittule, in occasione della festa dell’Immacolata, le pucce con le olive, i ‘minchiareddhi’, i ‘ciciri e tria’, ‘lu purpu alla pignata’, i ‘purciddhuzzi’ nel periodo natalizio… ed il pesce, la pietanza principe della regione.

Una visita al mercato del pesce di Gallipoli non deve mancare fra le tappe di chi ama pietanze a base di pesce.

Piatti di molluschi, cozze, ostriche, e ancora di pesce azzurro, cernie, pesce spada… sorseggiando gli ottimi vini locali come la Malvasia nera, Negramaro o Primitivo.

Ancora dubbi?! Il Salento è una terra d’anime e l’anima non conosce stagione.

Add Comment

*